In questo Speech la nostra Eleonora Dall’Olio
laureata in geologia, organizzatrice di eventi aziendali & educatrice ambientale

ci condivide il proprio vissuto di passione ed entusiasmo 

nell’esperienza del progetto TrentinoCamp che le ha permesso di ritrovare la propria ‘Luce negli occhi’.

E qui di seguito passiamo la parola proprio ad Eleonora:

Passione ed entusiasmo. Parte tutto da qui. Nei progetti che ho la fortuna di seguire, questi due ingredienti sono sempre fondamentali. E seguendo le occasioni che mi si sono presentate nel corso degli anni, sono arrivata a dar vita a un progetto di Campus Estivo in natura, basato sulla metodologia dell’educare in natura.

Nel corso della settimana che viviamo insieme, sia che sia il campus residenziale, sia che sia il campus giornaliero, scopriamo insieme, noi adulti e bambini e ragazzi che si sono iscritti, il territorio che ci circonda lasciandoci guidare da ciò che avviene.

Abbiamo la fortuna di vivere le nostre settimane nella splendida cornice delle Dolomiti di brenta, a Pinzolo, da dove è possibile partire, anche a piedi per attività di difficoltà diversa. Abbiamo un filo conduttore, che quest’anno saranno le forme e i colori della montagna, che di giorno in giorno ci condurranno nel nostro viaggio.

A noi tutti basta stare, ascoltare, osservare, e lasciare che la meraviglia che ci circonda prenda forma e ci doni ricordi unici da portarci a casa ogni giorno e alla fine di ogni settimana vissuta insieme.

Nulla di standardizzato, nulla di predefinito, tante idee che arrivano quando devono arrivare. La conoscenza del territorio, avere a disposizione tanti strumenti, il supporto di persone fidate, sono punti fissi fondamentali per poter creare la magia della settimana.

Il camp è dedicato a bambini e ragazzi tra i 6 e i 12 anni, ma la stessa modalità può essere declinata anche per i più grandi e, perché no, con gruppi di adulti.

Lo scambio di esperienze e la condivisione con professionisti di formazione diversa è fondamentale ed è sempre un arricchimento, uno spunto di riflessione e di (ri)progettazione.

Eleonora Dall’Olio